| Visite guidate

Passeggiata all’isola Tiberina

Il nostro racconto è partito dal ricordo del tempio di Esculapio, sulle cui rovine sorse in pieno rinascimento ottoniano (fine X secolo) una chiesa intitolata a S. Adalberto, vescovo di Praga, amico dell’imperatore Ottone III, che dispose che vi fossero collocate sue reliquie, oltre a quelle di altri martiri e di San Bartolomeo.

Molto presto la chiesa venne intitolata a quest’ultimo e venne abbellita con mosaici in facciata, un pavimento cosmatesco e un ciborio con colonne di porfido. L’intera fronte con i mosaici e il ciborio vennero distrutti dalla furia del fiume in una piena del 1557.

La chiesa ha ora un aspetto barocco, con importanti resti di scultura medievale.

  • A cura di: Rossella Faraglia e Sara Millozzi

(Visited 33 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter!

Resta aggiornato e ricevi le nostre newletter d'arte, i video e tutte le informazioni sugli eventi in programma.