| Visite guidate

Chiesa di Santo Stefano Rotondo al Celio

La chiesa di Santo Stefano Rotondo al Celio, realizzata ai tempi di Papa Simplicio tra il 468 ed il 483, chiude la breve stagione di rinascita “classicista” – ovvero di ripresa di un linguaggio in qualche modo ispirato agli ordini architettonici antichi – che gli edifici paleocristiani nell’Urbe conobbero a partire dagli anni di Papa Sisto III (432-440).

Fabbrica a pianta circolare con doppio ambulacro, contraddistinta da quattro cappelle uguali disposte sugli assi maggiori, ha una configurazione singolare che ha messo in discussione persino la sua tradizionale funzione di “chiesa martiriale”. Si è dunque ipotizzato che l’edificio fosse stato concepito originariamente come padiglione di un palazzo imperiale.

La visita a Santo Stefano, a due voci, s’incentrerà dunque sulle peculiarità della sua architettura e sulla bellezza dei suoi rivestimenti parietali, tra cui un mosaico bizantino di VII secolo e gli affreschi cinquecenteschi del Pomarancio.

  • A cura di: Rossella Faraglia ed Emanuela Gallotta

(Visited 2 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Iscriviti alla newsletter!

Resta aggiornato e ricevi le nostre newletter d'arte, i video e tutte le informazioni sugli eventi in programma.